La rinascita della moquette

La rinascita della moquette

22 Settembre 2019 0 Di admin

Il mondo del design e dell’arredamento è, forse ancora più di altri settori, particolarmente soggetto alle mode del momento. Sono diverse le tendenze che oggi la fanno da padrone, dallo stile industrial allo shabby chic gli spunti sono davvero molti, ma proprio come tutte le mode ci sono alcuni “ritorni” per certi versi inaspettati e che soprattutto per ri-affermarsi puntano a sfatare delle credenze popolari radicate fino a pochi anni fa.

E’ il caso della moquette, il cui boom avvenne attorno agli anni ’60 e che di fatto resistette fino alla fine degli ’80. Oggi, un po’ a sorpresa, i designer fanno nuovamente affidamento a questo complemento che vive una seconda giovinezza anche grazie a nuovi materiali.

L’importanza dell’innovazione anche per le moquette

Come praticamente in ogni settore dell’economia e del business, anche nell’arredamento l’innovazione è fondamentale. Sono tanti gli esempi che possono essere elencati, in ambito tecnologico ovviamente ce ne sono a bizzeffe: basti pensare al gaming online o a tutte le slot machine che trovi nei bar italiani per comprendere quanto le innovazioni tecnologiche in questo settore siano risultate decisive per gli spaventosi numeri che ogni anno si registrano nel nostro paese.

Così anche la moquette è tornata sulla cresta dell’onda per motivi legati proprio a nuovi materiali e un nuovo “concept” molto più vicino agli stili di vita green che caratterizzano l’era moderna. I produttori si sono così orientati con grande decisione verso tecnologie di produzione di livello elevatissimo, ottenendo i risultati sperati: le fibre artificiali, ad oggi, sono praticamente impossibili da distinguere da quelle naturali che per anni hanno dominato la scena nel settore delle moquette. In più, questo tipo di fibre offre un ventaglio di personalizzazioni che fino a un decennio fa erano pura utopia: è molto più facile tingerle, di conseguenza dal punto di vista estetico i progettisti hanno un grande ventaglio di soluzioni, così come è possibile anche creare forme e decorazioni che danno nuova vita anche agli spazi circostanti.

Vale la pena sottolineare che le moquette in fibra naturale comunque resistono e sono ancora richiestissime: lana, fibra di cocco, bouclé, fibra del sisal (che viene prodotta lavorando le foglie di agave)…la scelta è davvero ampia anche se al giorno d’oggi chi propende verso questa soluzione preferisce la moquette in erba palustre: è resistente all’acqua (dettaglio che per anni ha fatto desistere tante persone inizialmente interessate a porre una moquette in casa) e può essere quindi utilizzata anche in bagno.

Le soluzioni in fibra artificiale riescono ad offrire lo stesso grado di morbidezza e lo stesso impatto visivo di quelle in fibra naturale. I materiali sono nylon, poliestere, acrilici, acetatati, polipropilene. Il nylon, in particolare, è il più gettonato in quanto risulta molto più facile da pulire.

Le false credenze sulla moquette e alcuni consigli utili

Gli “anti-moquette” hanno un vero cavallo di battaglia ed è quello relativo alla polvere: un po’ tutti continuano a ripetere che questo tipo di pavimentazione trattiene una gran quantità di polvere, e di fatto hanno ragione. Dimenticano, però, l’altro lato della medaglia: se è vero che la moquette può arrivare a contenere circa l’80% di polvere in più di un normale pavimento, è anche da tenere in considerazione che nell’aria ne circolerà in quantità di molto minori.

Non è tutto: la moquette in casa può essere usata in diverse situazioni: è possibile rivestire panche, scale o anche tavoli, senza dimenticare che può trasformarsi anche in un classico tappeto se tagliata su misura.

Il consiglio che un po’ tutti cercano è sempre lo stesso: come pulire la moquette? Un battitappetto circa 2 volte a settimana può bastare, mentre del bicarbonato (prima assorbito poi aspirato) contribuisce a combattere i cattivi odori. Un passaggio con lavasciuga, senza troppa acqua, può essere utile ogni sei mesi, mentre le schiume a secco sono ugualmente efficaci anche se dipende dal tipo di moquette.